Aprilia MotoGP: passi avanti importanti, anche nell’aerodinamica

Aprilia

Sul tracciato di Phillip Island le Aprilia RS-GP di Aleix Espargarò e Sam Lowes pare abbiano trovato le condizioni ideali per esprimere il loro potenziale. E’ ovviamente presto per esprimere giudizi ma non c’è dubbio che la squadra italiana non voglia essere una comparsa e che faccia il possibile per raggiungere posizioni consone al suo rango.

Aleix, in sella alla RS-GP in versione 2017, ha portato al debutto una nuova carenatura aerodinamica iniziando a raccogliere dati.  Il suo miglior crono di 1’29.501 gli vale il sesto tempo, a soli 6/10 dalla vetta e a 2/10 dal campione del mondo Marquez.

Soddisfatto anche Sam Lowes, debuttante nella categoria regina, che giro dopo giro aumenta il suo feeling con il prototipo Aprilia.


ALEIX ESPARGARO’
“Stiamo migliorando, già ieri eravamo partiti con il piede giusto. Oggi abbiamo fatto tante prove di ciclistica, sono più che soddisfatto sia del giro veloce sia, ed è molto importante, del nostro passo durante la simulazione di gara. La moto non è molto cambiata rispetto alla Malesia ma aumenta costantemente il mio feeling, specialmente con la gomma anteriore che è molto importante per il mio stile di guida. Ora dobbiamo continuare a far crescere il nostro pacchetto”.

SAM LOWES
“Oggi abbiamo lavorato bene, sono contento. Continuo a scoprire come vadano guidate queste moto e inizio a sentire di cosa ho bisogno per abbassare i tempi. Guidare qui a Phillip Island la RS-GP è speciale, la pista mi piace e sono sicuro che domani potremo fare un ulteriore passo verso una buona base di partenza per la stagione 2017”.

Aprilia

ROMANO ALBESIANO – RESPONSABILE APRILIA RACING
“Stiamo facendo dei buoni test, sia dal punto di vista tecnico che per quanto riguarda il feeling dei piloti. Aleix sta continuando a lavorare sulla moto 2017 che aveva già giudicato favorevolmente nelle prove in Malesia, è stato molto veloce sia sul giro secco sia sul ritmo. Per Sam si tratta di continuare a girare senza troppe pressioni, sta iniziando ad adattare il suo stile di guida a questa moto e sono sicuro che arriverà ad un livello soddisfacente prima del Qatar. Abbiamo fatto debuttare la carenatura anteriore 2017 con Aleix, sicuramente la riproveremo per confermare in pista gli incoraggianti risultati ottenuti nelle simulazioni al computer”.